Mariuana-it.com Arrestato per due 'canne': diciassettenne r
  Benvenuto ! Chi Siamo  Film  Mp3   Links  Immagini  Fotografie   Stampa  Downloads  Shop   18 October 2019
  
Home

 
Forum

 
Chat

                     
Forum

 
Hot Topics

 
Immagini

 
Miei Post

 
Bookmarks

 
Statistiche New!

 


Menù
· Home
· .Tutti gli Articoli
· Altri Contenuti
· Downloads
· FAQ
· Forum
· Game
· Il Tuo Account
· Immagini
· Inserisci Articolo
· Messaggi Privati
· M_it_FAQ
· Scrivici ...
· Sondaggi
· Top


Cerca
su Mariuana.it
nel Forum


Sondaggio
Fumi Più o Meno di 5 Anni Fa?

10 volte di più e oltre
5 volte in più
il doppio
==
la metà
cinque volte meno
non funo quasi più
non fumavo
non ho mai fumato



Risultati
Sondaggi

Voti: 14229
Commenti: 249


Chi è Online
10410 Utenti Registrati

In questo momento ci sono, 21 Visitatori

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui


0 Utenti Online



Benvenuto al ns ultimo utente Registrato mistervix



Libri & Manuali
:: Il Canapaio [ In ] New!
:: Il Canapaio 2 [ Out ]
:: Manuale del Coltivatore
:: Cannabis Indoor
:: Cannabis Uso e Abuso
:: Manuale di SCRoG
:: Faq del Coltivatore
:: Idroponica Dutch Pot
:: Manuale di Dwc

:: Effetti del THC
:: Varietà Marijuana
:: Manuale del Rollatore
:: M. la Medicina Proibita
:: Ricette del P. Forno


  
Indice  »  Marijuana & Politica  »  Arrestato per due 'canne': diciassettenne r
( >1< | 2 ) Avanti  >>> 
 Moderato da:   »  Pelaus2  -  koalabradipo  -  project4
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 26 )
btax   Inserito 14-02-2009 alle ore 10:15   



Registrato dal:
29-02-2008

Messaggi : 346

 OFF-Line

Tratto da Fuoriluogo.it..........-------------->

Arrestato per due 'canne': diciassettenne recluso a Catanzaro

Da L'Unità, - 10 febbraio 2009


Basta un giorno. Un passato e un presente già complicati. E il futuro può essere inghiottito da una sentenza. Un giorno Simone, un ragazzo romano di 17 anni, incensurato, è in giro per la città con la sua ragazza. Prende la metropolitana: all'uscita viene fermato da due carabinieri in borghese che lo osservano da un po'. Simone viene accusato di aver ceduto una ‘canna’ a una persona. Dunque spaccio. È l'8 ottobre del 2008. Da allora Simone si trova sottoposto a misure cautelari; a dicembre viene mandato in una comunità per minori in provincia di Catanzaro, in attesa di una perizia psichiatrica. E della nuova decisione del Tribunale dei minori.

Quello che ha portato Simone a 600 chilometri di distanza, in compagnia di altri ragazzi detenuti o affidati ai servizi sociali, ma soprattutto in cura con psicofarmaci, è una sentenza di primo grado. Il giudice infatti ha deciso per questa soluzione, considerate le sue difficoltà famigliari: la madre è morta quando era piccolo, il padre è un ex tossicodipendente, con problemi psichiatrici, giudicato inidoneo ad accudirlo. L'8 ottobre una volta fermato Simone viene perquisito, poi viene setacciata l'abitazione di suo padre, nonostante lui non viva lì. Quello che gli viene trovato è un pezzetto di hashish, per una quantità di principio attivo pari a 0,368 mg: nemmeno due ‘spinelli’. Una quantità tollerata come consumo personale anche dalla legge in vigore (Fini-Giovanardi).

Eppure Simone viene immediatamente portato presso il CPA (Centro di prima accoglienza) Virginia Agnelli, lo stesso in cui è detenuto il 16enne di Nettuno accusato di aver picchiato e incendiato un cittadino indiano. Qui, intimorito, firma l’ accusa a suo carico: detenzione ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale. «In ogni caso – dice l’avvocato Francesco Romeo che segue il caso - data la quantità irrisoria e il fatto che Simone è minorenne ed incensurato la prassi comunemente adottata in processi di questo tipo per i minori, sarebbe quella di chiudere il caso senza alcuna conseguenza, con la formula giuridica della ‘irrilevanza penale del fatto». Ma la ‘giustizia’ fa il suo corso e a gennaio arriva il giorno del processo di primo grado: il pubblico ministero chiede una condanna a 5 mesi e 10 giorni, la difesa chiede l’irrilevanza penale del fatto o il perdono giudiziale.

La conclusione sembra vicina ed anche la libertà di Simone a portata di mano. Invece il giudice Domenico De Biase, del Tribunale per i Minorenni di Roma, dispone una perizia psichiatrica su Simone e lui deve ancora rimanere in comunità. Così facendo il Tribunale protrae strumentalmente l’applicazione di misure cautelari in un caso – pena inferiore ai 2 anni qualora ci sia condanna - che la legge vieta. «Un caso gravissimo di abuso della misura cautelare – denuncia Romeo – poiché la permanenza di Simone nella comunità per minori equivale a tutti gli effetti agli arresti domiciliari, ad una condizione di privazione della libertà personale, che per la nostra costituzione è un principio inviolabile».

Così Simone passa le sue giornate lontano dai pochi affetti; dalle persone che possono aiutarlo. E sottoposto a visite mediche, udienze civili e penali. «Per la giustizia e la mentalità degli assistenti sociali che si sono occupati del caso, porta impresso un marchio negativo. Il suo ‘marchio’, in sostanza, deriva dall’essere stato in passato, per questa situazione familiare, affidato ai servizi sociali - dicono gli amici - e adesso non sta certo meglio. Alcuni operatori che sono andati a trovarlo in comunità ci hanno detto che là non fa niente. Non c'è nulla di organizzato: né laboratori, né lavori. Però gli danno psicofarmaci e non sappiamo nemmeno perché».

Ci sarebbero state almeno un paio di famiglie disposte ad accogliere Simone, a dargli domicilio presso le loro case. Ma il giudice ha deciso diversamente: no alla scarcerazione, no ai domiciliari, sì al centro di accoglienza. Lontano centinaia di chilometri. «Anche la sfortuna – commentano i ragazzi del Laboratorio Sociale Tana Liberi Tutti - oggi, esattamente come la povertà dei migranti e dei senza tetto, è considerata un reato che vale la schedatura come soggetto potenzialmente criminale. Nel caso di Simone lo Stato, invece di affidarlo a una famiglia - come richiesto dalla difesa che aveva anche presentato più famiglie disposte ad accoglierlo - pensa bene di dargli anche il marchio di ‘instabile mentale’».

Tale ulteriore beffa proprio non va giù agli amici di Simone: «Perché se oltre a non avere la ‘famiglia del Mulino Bianco’ ti interessi di quello che accade intorno a te, per di più tuo padre ha disturbi psichici, si presume che non solo sei un criminale, ma anche un pazzo».

Nei prossimi giorni Simone verrà raggiunto a Settingiano dal perito della difesa, chiamato dagli amici di Simone. Intanto per sostenere le spese legali gli amici lanciano due appuntamenti: venerdì 13 febbraio, a partire dalle 20.00 un aperitivo. Martedì 17 febbraio, sempre a partire dalle 21.00, cena e dibattito con l’avvocato Francesco Romeo, che darà gli ultimi aggiornamenti sulla vicenda processuale del ragazzo. Tutti invitati al Laboratorio Sociale Tana Liberi Tutti. Mentre Simone aspetta. (T.F.)


 Profilo  Citazione  
Norman   Inserito 26-02-2009 alle ore 13:09   



Registrato dal:
15-10-2008

Messaggi : 193

 OFF-Line

Povero ragazzo...
 Profilo  7  Citazione  
cyberpunkgirl   Inserito 26-02-2009 alle ore 18:40   



Registrato dal:
03-01-2009

Da:GOA!!!!...se, magari...

Messaggi : 202

 OFF-Line

secondo me l' omicidio è una cosa a cui non si dovrebbe nemmeno pensare, ma quel giudice...

ma è possibile che uno viene accusato di spaccio per una quantità che è definita "uso personale"???un conto avesse già precedenti per spaccio...
poi vorrei capire quale ragionamento perverso ha portato quel giudice alla conclusione che se uno ha la madre morta e il padre ex tossico che non ci sta molto con la testa debba per forza avrere problemi psichiatrici...ma tanto ormai la frittata è fatta, se ancora non aveva problemi mentali, sicuro che gli verranno con gli psico di -_- -_-



-----------------
-------------------------------------------------------...


-_- -_- RePReSSioN!!! RaVe iS NoT a CRiMe!!!


speriamo ke sian femmine!!!


riapriamo le fosse e bittiamoli giù, sono fantasmi di 1 passato ke non ci appartiene più!!!
 Profilo  Citazione  
Old_Mikael   Inserito 28-02-2009 alle ore 02:27   



Registrato dal:
27-01-2008

Messaggi : 125

 OFF-Line

Purtroppo per la nostra ingiusta legge anche la cessione a titolo gratuito (passare la canna) di piccole quantità di sostanza stupefaciente ...
 Profilo  Citazione  
katiathequeen   Inserito 10-03-2009 alle ore 08:45   



Registrato dal:
07-05-2008

Messaggi : 17

 OFF-Line

Nn capisco come ci sorprendiamo se qualcuno viene arrestato per questo. Viviamo in questo stato ignorante e fino a quando stiamo qui a parlarne senza fare niente non ci si deve nemmeno lamentare
 Profilo  Citazione  
Ve_Rita   Inserito 10-03-2009 alle ore 10:56   



Registrato dal:
18-07-2007

Messaggi : 1191

 OFF-Line

Tu che fai, Katia oltre a star qui a parlare o a partecipare alla Million? Te lo chiedo perchè ti sento agguerrita contro il proibizionismo, il sistema e tutto quello che vuoi, ma sai solo accusare gli utenti di inattività senza proporre nulla o come se tu avessi fatto grandi cose... Spiegaci, insegnaci, illuminaci


-----------------
Un joint di marijuana per me e per chi mi ama
 Profilo  Citazione  
katiathequeen   Inserito 10-03-2009 alle ore 18:19   



Registrato dal:
07-05-2008

Messaggi : 17

 OFF-Line

Mi dispiace proprio che tu mi parli cosi perchè non penso minimamente di aver fatto grandi cose,o di avere chissà che idee geniali, però almeno ci provo! A cominciare dalla mia partecipazione alla mill e a cercare di far venire più gente possibile, anzi già da te si capisce quanto ci credi alla speranza di cambiare questo paese, non sono certo io che ti dico cosa fare per risolvere il problema,io stò solo cercando di dire: Siamo in tanti che la pensano cosi,ma qualcuno ha mai espresso la sua opinione apertamente e attivamente?? Se siamo tutti insieme non ci può fermare nessuno! E' un abuso dello stato verso il libero arbitrio dei cittadini
 Profilo  Citazione  
bluemindsugar   Inserito 10-03-2009 alle ore 18:30   



Registrato dal:
22-11-2007

Da:villa kunterbunt

Messaggi : 747

 OFF-Line


Ma..KatiaThequeen, non é un abuso dello Stato; é una legge dello Stato.
Condivisibile o meno, ma il libero arbitrio non é mai stata materia giuridica, sennò teologica.
Infatti se il mio personale libero arbitrio e la mia morale mi mostrassero che commettere omicidi é bene... allora, lo Stato, mi priverebbe di una libertá impedendomi di commetterne o punendomi colla detenzione una volta commessi?

Modifico: non so resistere alle mie stesse sgrammaticature..
----------------
"Sarebbe tanto semplice la vita senza questa realtá sempre di mezzo" C.M.Herrmann

[ Messaggio Modificato da: bluemindsugar il 10-03-2009 20:59 ]
 Profilo  Citazione  
luigimgold   Inserito 10-03-2009 alle ore 22:09   



Registrato dal:
29-01-2009

Messaggi : 37

 OFF-Line

Blue, l'abuso dello stato sta nel negare un diritto basilare dell'uomo, cioè essere libero di agire secondo propria coscienza senza danneggiare altri, e la legge contro le droghe leggere è un vero e proprio aborto legislativo, checchè ne dica il governo, che sia di destra o sinistra poco importa. La verità è che i governi, ma non quelli ufficiali che si siedono sulla poltrona al consiglio dei ministri, ma quelli veri che davvero hanno le redini del mondo intero tra le mani, non possono legalizzare. In italia lo impedirebbe la mafia/camorra/ecc, che IMHO, è ormai sinonimo dello stato. Altrove lo vieterebbero altre cause, più o meno conosciute. Il fatto è lampante, il governo giustifica tale legge con la tutela del cittadino, per poi consentirgli tutto ciò che davvero può fargli del male, a partire dal tabacco del quale esso stesso ha il monopolio... La democrazia è ormai utopia quanto il comunismo, sempre secondo il mio parere. Siamo in una situazione di tirannia, anzi di Oligarchia mascherata in democrazia, e niente si risolverà fin quando il ciclo "a cerchio" della storia ci riporterà attraverso nuovi martiri che sacrificheranno il loro sangue in una nuova forma di governo, ed io mi aspetto una tirannia ufficiale. E se la storia mi smentirà... beh, potrò solo esserne contento.




[ Messaggio Modificato da: luigimgold il 10-03-2009 22:26 ]
 Profilo  Citazione  
bluemindsugar   Inserito 10-03-2009 alle ore 22:31   



Registrato dal:
22-11-2007

Da:villa kunterbunt

Messaggi : 747

 OFF-Line


Ma non é questa invece la questione.
La legge stabilisce che la marijuana é una sostanza illegale ( e la marijuana é molto piú di una sostanza.
Chiunque ne possegga, usi o trasporti od usufruisca é passibile di sanzioni.
Tu od io ne usufruiamo? e allora siamo passibili di sanzioni. Punto.
Questo dice la legge nel nostro Stato.
Vuoi mettere in discussione lo Stato ed il principio legislativo?
Bene, ma non, per favore, coll'argomento della demonizzazione della ganja. Lo Stato non é sbagliato od abusivo perché non ci permette di farci le piante.
Non é colpa mia né tua se molti sfumacchiano e ribaltano la Panda della mamma.
Non é colpa né mia né tua se il poliziotto redige statistiche e non gliene fotte un belíno di chi arresta, in fondo son statistiche.
Non ha niente a che fare coi governi, ha a che fare con noi.
Non avete il senso delle Istituzioni! Turisti della democrazia!!!


-----------------
"Sarebbe tanto semplice la vita senza questa realtá sempre di mezzo" C.M.Herrmann
 Profilo  Citazione  
katiathequeen   Inserito 11-03-2009 alle ore 09:41   



Registrato dal:
07-05-2008

Messaggi : 17

 OFF-Line

1 Sono daccordo con luigi, ma secondo me non è tutto perduto. Anche secondo me non viene legalizzata perchè ormai i governi fanno quello che vogliono, ma il mio pensiero principale è che negare la canapa sia stato negare la migliore risorsa a disposizione dell'uomo, l'unica che può salvare il pianeta, e io si che metto in discussione la legislatura xkè a parer mio si può mettere il proibizionismo sotto " crimini verso l'umanità" e ci si potrebbe costituire parte civile.
2 Per quanto fino adesso quelli che volevano,in silenzio se la fumavano, adesso nn è più possibile nemmeno quello cn i nuovi test fatti dai polizziotti,ti trovano thc nelle urine risalente ad un mese prima, sono d'accordo che dopo aver fumato non devi guidare, ma con questo stanno solamente cercando di eliminiare tutti i consumatori. La rassegnazione a non lottare per cambiare le cose non fà altro che sottolineare che ci meritiamo tutto questo e và ad alimentare il pensiero della gente ignorante che sia una droga, io personalmente ci spero che le cose possano cambiare
 Profilo  Citazione  
Ve_Rita   Inserito 11-03-2009 alle ore 09:56   



Registrato dal:
18-07-2007

Messaggi : 1191

 OFF-Line

A prescindere da tutto, venire qui e pretendere attivismo quando la nostra più grande mossa sarà solo e unicamente quella di passeggiare alla million 2009, è come entrare in chiesa durante la messa della domenica e comunicare a tutti che Natale cade il 25 dicembre e Pasqua la domenica. Se davvero si vuole fare qualcosa non è certo scaricando barili su perfetti sconosciuti per ottenerla. E sottolineo "perfetti sconosciuti" perchè, qui su mari, ci sono molti attivisti con la A maiuscola che si fanno un mazzo tanto per l'antipro, e devono leggere nelle parole della, e passami il termine, ultima arrivata, che non stanno facendo una mazza ma solo ciance. Ma scherziamo? Ribadisco che capisco l'in-_- -_-atura e la rabbia causate dal canaproibizionismo, ma Katia si sta ponendo nei modi sbagliati con le persone sbagliate (non tutte, ma qualcuna si) Non scordiamo che per ragioni diverse questo sito ha portato una valanga di tesseramenti all'ex antiproibizionisti.it, ha portato le piante di ganja davanti al Palazzo, ha portato alla nascita della TiAccaCiproduzioni e dell'ultima perla del mondo canaposo quale Hempyreum.org. Nessuno di questi è venuto qui a dire "Katia! Datti 'na mossa!"
Chi ha voglia di fare fa... non ordina di fare


-----------------
Un joint di marijuana per me e per chi mi ama
 Profilo  Citazione  
katiathequeen   Inserito 11-03-2009 alle ore 11:49   



Registrato dal:
07-05-2008

Messaggi : 17

 OFF-Line

Per fortuna Rita che avete fatto tutto voi, non parlo più. Quando ottenete qualcosa chiamami
 Profilo  Citazione  
Ve_Rita   Inserito 11-03-2009 alle ore 11:58   



Registrato dal:
18-07-2007

Messaggi : 1191

 OFF-Line

Ahhhhh!!! Allora non sono gli utenti di questo forum che stanno solo a parlare


-----------------
Un joint di marijuana per me e per chi mi ama
 Profilo  Citazione  
katiathequeen   Inserito 11-03-2009 alle ore 12:09   



Registrato dal:
07-05-2008

Messaggi : 17

 OFF-Line

Non capisco dove vuoi andare a parere ma mi dissocio perchè sei matta! ho espresso un opinione,non ho obbligato nessuno a fare niente,ho buttato un'idea, ma vedo che ti senti l'unica in grado di fare qualcosa. Continua pure cosi'. ma spero con tutto il cuore che non finiscano anche i vostri nuovi siti come proibizionisti.it
 Profilo  Citazione  
( 1 | 2 ) Avanti  >>> 
On Top

Cerca nei Forum
 
Vai al forum

Splatt Forum© 2003 By: Splatt.it 
Version: 4.2
Elaboration time: 0.130129 seconds.
Questo sito è stato creato dalla Marijuana grazie a PHP-Nuke a Linux e a tutte le Persone che danno il loro contributo al Software GNU/GPL Open Source. Add to Google
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.13 Secondi